Tutti gli articoli di Canottaggioveneto

Tommaso Santi (Mestre) e Chiara Nardo (Padova) Campioni Italiani Indoor 2019

Si sono da poco conclusi i Campionati Italiani Indoor 2019, disputati a San Miniato (PI), dove gli atleti della Regione Veneto hanno conquistato complessivamente due titoli di Campioni d’Italia ed una medaglia d’argento e una medaglia di bronzo.

Chiara Nardo (Canottieri Padova) si è imposta di autorità sulla diretta avversaria nella categoria para rowing – PR3 femminile e Tommaso Santi (Canottieri Mestre) ha letteralmente dominato la prova della categoria esordienti, conquistando il suo terzo Titolo Italiano del 2019.

Medaglia d’argento conquistata invece da Teresa Zambon (Canottieri Mestre) nella specialità pesi leggeri – mt. 500 che il giorno dopo si è classificata al 4° posto sui mt. 2000.

Medaglia di bronzo conquistata da Matilde Lorenzini ((Canottieri Bardolino) nei senior A femminile

Da sottolineare anche il 4° posto di Aymeric Edoardo Santa Maria Casanova (Padova) nei para rowing – PR3 ID, la 5ª piazza di Agostino Maritan (Padova) nei para rowing – PR3, il 5° ed il 6° posto di Giovanni Poli (Mestre) – rispettivamente nei mt. 500 e mt. 2000 under 23 e la 10ª e 16ª posizione per Stefano Ruggi (Mestre) – nei mt. 500 e mt. 2000 ragazzi.

Nelle prove riservate agli allievi sui mt. 500, ricordiamo il 4° posto di Nicolò Bellemo (Mestre) – allievi B2 e la 19ª posizione di Gianmarco De Poli (Mestre) – allievi C.

Nella categoria master sottolineiamo infine i buoni risultati ottenuti dagli atleti della Canottieri Padova: medaglia d’oro per Adriana Riondato – master A fem.; Francesca Siviero – master C fem.; argento per Ida Maroni – master A fem.; Gherardo Gamba – master A; Federica Lorenzin – master D fem.; Pierluigi Bullo – master D; bronzo conquistato da Andrea Rampaldo – master A; Veruska Norbiato – master C fem.; Rita Lucca – master D fem.; Filippo Frattina – master D.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Tre Titoli Italiani di Fondo per la Canottieri Padova e bronzo per Canottieri Giudecca a San Giorgio di Nogaro.

Domenica 24 novembre u.s., sulle acque dell’Ausa Corno a San Giorgio di Nogaro (UD), tre sodalizi remieri, tra tutti i partecipanti, hanno ottenuto una “tripletta” di Titoli di Campione Italiano di Fondo e tra questi compare anche la Canottieri Padova (assieme a Moltrasio e Gavirate).

Gli atleti padovani, guidati dal tecnico Alberto Rigato (neo allenatore dell’anno 2019), dominano letteralmente le specialità del singolo senior femminile e maschile ed under 23 maschile rispettivamente con Veronica Lisi, Simone Martini e Luca Chiumento che tagliano per primi il traguardo delle rispettive specialità tutti e tre con oltre 30 secondi di vantaggio sul secondo classificato.

Veronica Lisi bissa così il Titolo di Campionessa Italiana di Società 2019 mentre Simone Martini e Luca Chiumento concludono in bellezza (per quanto riguarda le competizioni “in acqua”, aspettando i Tricolori Indoor) la straordinaria stagione che li ha visti tra i protagonisti sia in Maglia Azzurra sia con i colori della Canottieri Padova.

Conquista invece la medaglia di bronzo, per la Canottieri Giudecca, Sebastiano Carrettin nel singolo under 23.

Da ricordare poi i risultati degli altri equipaggi veneti che non hanno raggiunto il podio tra i quali sottolineiamo i quarti posti di Giacomo Negro (Sile) nel singolo ragazzi, Teresa Zambon (Mestre) nel singolo under 23 femminile e Pietro Bonaventura e Giovanni Poli (Mestre) nel due senza senior, la quinta posizione di Luana Scarpa (Padovacanottaggio) nel singolo senior femminile e di Claudio Donadello (Padovacanottaggio) nel singolo senior e la sesta piazza di Gabriele Bastasi (Giudecca) nel singolo junior e di Anita Serena (Sile) nel singolo pesi leggeri femminile.

Per la categoria cadetti ricordiamo il quarto posto del quattro di coppia (misto Giudecca-Sile-Ospedalieri-DLF TV) composto da Giacomo Cappelletto, Leonardo Slongo, Samuele Caregnato, Federico Baradel, l’ottava e la decima piazza dei due quattro di coppia degli Ospedalieri TV composti rispettivamente da Matteo Pegorer, Davide Prete, Enrico Luzi, Filippo Gava e da Michele Pegorer, Tommaso Tesser, Giuseppe Fusco, Massimo Zanini.

Nelle gare riservate alla categoria master segnaliamo l’oro del quattro di coppia 43-54 (Ospedalieri TV) composto da Fabio Spagnolo, Giorgio Basso, Piergiorgio Pierobon e Andrea Sirinati, gli argenti del quattro di coppia 43-54 femminile (misto Ospedalieri Tv-Sile) di Barbara Scalcinati, Katia Pila e dell’otto 43-54 (misto Padova-Diadora) composto da Michele Bacco, Vittorio Liberti, Roberto Marchetto, Rossano Galtarossa, Sandro Frisiero, Pierluigi Bullo, Michele Bisatto, Paolo Sorge ed Andrea Rossoni (Tim.).

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Quinto podio Mondiale nel Coastal Rowing per Simone Martini (Canottieri Padova)

Si sono da poco conclusi i Campionati del Mondo di Coastal Rowing che quest’anno hanno avuto come palcoscenico le acque del Victoria Harbour di Hong Kong, dal 1° al 3 novembre u.s., e lo sculler azzurro Simone Martini, portacolori della Canottieri Padova e da sempre uno dei più esperti e forti specialisti del “canottaggio costiero”, ha saputo conquistare la sua quinta medaglia iridata in singolo.

Dopo le medaglie d’argento nel 2013 e 2014, la 4ª piazza del 2015, la 5ª nel 2016, il titolo di Campione del Mondo conquistato nel 2017 e la “sfortunata” medaglia di bronzo dello scorso anno perché penalizzato dalle alghe, Simone voleva riconfermarsi ai vertici mondiali della disciplina ma è stato vittima di un fastidioso infortunio che ha compromesso la sua performance, come ci racconta direttamente lui, in una breve intervista “a caldo”: “È stata una bella avventura sia la preparazione per questa regata sia la regata stessa. Durante la preparazione a casa, purtroppo, ho avuto un infiammazione all’avambraccio sinistro. La sfortuna ha voluto che il percorso di gara avesse quasi tutte le virate da fare a destra e quindi proprio con il braccio sinistro infortunato. Durante gli allenamenti a Hong Kong l’infiammazione è peggiorata a causa delle condizioni del moto ondoso pluridirezionale”.

Dopo la batteria eliminatoria, dove Simone ha cercato di risparmiare un po’ il braccio in vista della finalissima, il dolore è aumentato mettendo in forse addirittura la sua presenza in partenza per la finale. Ma, come continua il nostro “gigante” azzurro: “Ho voluto disputare comunque la finale pur sapendo di non essere nelle migliori condizioni ma con la voglia di dire la mia”.

E pur con una forte infiammazione al braccio, Simone è riuscito a conquistare una straordinaria medaglia di bronzo, dimostrandosi ancora una volta tra i più forti specialisti di Coastal Rowing e conclude la nostra intervista con queste parole: “Mi dispiace di non aver potuto giocarmela al meglio con chi mi ha proceduto. Sono pronto a rilanciare la sfida il prossimo anno! Vorrei infine ringraziare il mio allenatore Alberto Rigato che mi ha accompagnato in questa trasferta e tutta la Canottieri Padova per il supporto continuo che mi da”.

E dopo la straordinaria stagione agonistica che ha condotto Simone Martini tutti noi sappiamo che, come dice lui stesso, il prossimo anno avrà sicuramente la possibilità di rifarsi e, considerate le sue enormi potenzialità, anche di togliersi delle grandi soddisfazioni… e non solo nel Coastal Rowing.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Grande partecipazione a Bardolino per la Regata di chiusura del Comitato Veneto

Domenica 20 ottobre u.s., in una splendida giornata di sole e con lo spettacolare scenario del Lago di Garda, la Canottieri Bardolino ed il Comitato Regionale Veneto hanno organizzato l’ormai classica Regata Regionale di chiusura della stagione agonistica.

Un ormai classico appuntamento che quest’anno ha “vestito una veste” Internazionale per la presenza di sodalizi provenienti da Austria, Slovenia e Croazia, oltre che da Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte ed ovviamente Veneto.

Nelle regate riservate alle categorie agonistiche, la società veneta che ha conquistato più medaglie è stata la Canottieri Sile i cui atleti sono saliti per 8 volte sul podio (3 ori, 1 argento e 4 bronzi), seguita dalla Canottieri Mestre (3 ori e 2 bronzi), Canottieri Giudecca (2 ori, 2 argenti, 1 bronzo), DLF Treviso (2 ori ed 1 argento), Canottieri Padova (2 ori e 2 bronzi), Padovacanottaggio (2 argenti e 2 bronzi), Canottieri Bardolino (1 oro) e Canottieri Bucintoro (1 bronzo).

Nelle prove riservate alle categorie giovanili di allievi e cadetti, il numero maggiore di podi è stato ottenuto dalla Canottieri Bardolino (3 ori, 3 argenti, 2 bronzi), seguita da Ospedalieri Treviso (1 oro, 5 argenti, 1 bronzi), Mestre (1 oro, 1 argento, 1 bronzo), Padova (2 argenti, 1 bronzo), Giudecca (2 argenti), Padovacanottaggio (1 oro), Diadora e DLF Treviso (entrambe con 1 bronzo).

Nutrita inoltre la partecipazione nelle regate master dove lo speciale trofeo messo in palio dall’organizzazione, in memoria di Sergio Vellini, è stato vinto dall’atleta di casa, Andrea Anzaldi (Bardolino).

Questi gli atleti veneti che hanno vinto la medaglia d’oro: Cecilia Sabaini (Bardolino) – 7.20 allieve B1; Alberto Pivetta (Padovacanottaggio) – 7.20 allievi B1; Alessandra Quarti (Bardolino) – 7.20 allieve B2; Alexandros araji (Mestre) – 7.20 allievi B2; Giovanni Pastrello e Alberto Zanini (Ospedalieri TV) – doppio allievi B2; Angelo Saponaro ed Edoardo Scibinico (Bardolino) – doppio cadetti; Alice Santinello (Padova) – singolo ragazze; Gianluca Fuschi (DLF Treviso) e Isacco Rizzato (DLF Treviso) – singolo ragazzi; Gianluca Fuschi (DLT Treviso) e Nicolò Ravagnan (Giudecca) – doppio ragazzi; Vittoria Savorelli (Sile) – singolo junior fem.; Gabriele Bastasi (Giudecca) e Stefano Falcone (Sile) – singolo junior; Stefano Falcone e Tommaso Colombo (Sile) – doppio junior; Matilde Lorenzini (Bardolino) – singolo senior fem.; Giacomo De Lucchi (Padova) – singolo senior; Pietro Bonaventura (Mestre) – singolo pesi leggeri; Pietro Bonaventura (Mestre) e Alessandro Ronchetti (Giudecca) – doppio pesi leggeri; Teresa Zambon e Giovanni Poli (Mestre) – doppio senior mix.

Piazza d’onore per: Ginevra Zanini (Ospedalieri TV) – 7.20 allieve B1; Alberto Agosti (Bardolino) – 7.20 allievi B1; Edoardo Randon (Ospedalieri TV) – 7.20 allievi B2; Nicola Aguzzi con Daryush Saraji (Mestre) e Francesco Barabin con Nicola Ruzza (Padova) – doppio allievi B2; Dennis Bellomi (Bardolino) – 7.20 allievi C; Lucia Franzoni (Bardolino) – 7.20 cadette; Beatrice Bastasi (Giudecca) – singolo cadette; Andrea Furegon (Padova) – 7.20 cadetti; Matteo Pegorer (Ospedalieri TV) e Federico Baradel (Giudecca) – singolo cadetti; Filippo Gava e Enrico Luzi (Ospedalieri TV) – doppio cadetti; Massimo Zanini, Giuseppe Fusco, Tommaso Tesser, Michele Pegorer (Ospedalieri TV) – quattro di coppia cadetti; Giorgio Peretti (Paschiera) – singolo ragazzi; Luca Polito (Padovacanottaggio) e Sebastiano Sabaini (Bardolino) – doppio ragazzi; Isacco Rizzato (DLF Treviso) – singolo junior; Gabriele Bastasi e Jacopo Boccato – doppio junior; Anita Serena (Sile) – singolo senior fem.; Jacopo Boccato (Giudecca) – singolo pei leggeri; Vittorio Novello e Lorenzo Olivero (Diadora) – doppio pesi leggeri; Luana Scarpa e Claudio Donadello (Padovacanottaggio) – doppio senior mix.

Bonzo infine per: Anna lastra (Diadora) – 7.20 allieve B1; Emma Girardi ed Angela Brighetti (Bardolino) – 7.20 allieve B2; Flavio Raise Ed Edoardo Rutigliano (Metre) – doppio allievi B2; Nasser Cavallaro e Francesco Cecchinato (Padova) – doppio allievi C; Alessio Badami (DLF Treviso) – 7.20 cadetti; Nicola Crosato (Ospedalieri TV) – singolo cadetti; Nicolò Ravagnan (Giudecca), Giulio Stefano Varotto (Padova), Davide Faggin Lamponi e Jacopo Cipolotti (Sile) – singolo ragazzi; Vera Donadello (Padovacanottaggio) – singolo junior fem.; Tommaso Colombo e Paolo Merotto (Sile) – singolo junior;Teresa Zambon (Mestre) – singolo senior fem.; Giovanni Poli (Mestre) – singolo senior; Andrea Adorno (Bucintoro) – singolo pesi leggeri; Vera Donadello e Luca Polito (Padovacanottaggio) – doppio senior mix.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Due argenti e due bronzi per il Veneto al 62° Incontro Internazionale Esagonale

Sabato 19 ottobre u.s., sulle bellissime e suggestive acque del Lago di Garda a Bardolino (VR), il Comitato Regionale Veneto – F.I.C. ha organizzato il 62° Incontro Internazionale Esagonale Giovanile con la presenza delle rappresentative di Friuli Venezia Giulia, Alta Austria, Carinzia, Slovenia, Istria ed ovviamente Veneto.

Sulle 14 specialità previste dal programma, la Squadra del Veneto ha conquistato complessivamente 2 medaglie d’argento e 2 medaglie di bronzo.

Entrambe le piazze d’onore degli equipaggi veneti hanno mancato il gradino più alto del podio per pochi decimi.

In particolare, il “doppio ragazzi” composto da Luca Polito (Padovacanottaggio) e Sebastiano Sabaini (Bardolino) ed il “quattro di coppia ragazzi” con a bordo Isacco Rizzato e Fuschi Gianluca (DLF Treviso) con Giacomo Negro e Jacopo Cipolotti (Sile), dopo aver combattuto punta a punta su entrambe le gare con i relativi avversari del Friuli Venezia Giulia, sono stati superati sulla linea del traguardo dai “cugini” friulani per meno di 6 decimi in entrambe le specialità.

La medaglia di bronzo invece è stata conquistata da Federico Baradel (Giudecca) nel “singolo cadetti” e dalle compagne di società Beatrice Bastasi e Agnese Galante nel “doppio cadette”.

Chiude ai piedi del podio in quarta posizione il “singolo ragazzi” di Nicolò Ravagnan (Giudecca) mentre taglia il traguardo in quinta posizione il “quattro di coppia ragazze” di Emma Rodati, Chiara Lastra, Sara De Battisti (Diadora) e Alice Santaniello (Padova).

Sesti classificati invece il “singolo ragazze” di Vittoria Stangherlin (Giudecca), il “doppio ragazze” di Vittoria D’Isep (Ospedalieri TV) e Annachiara Gatto (Bardolino), il “quattro di coppia cadetti” con a bordo Filippo Gava, Enrico Luzi, Nicola Crosato e Matteo Pegorer (Ospedalieri TV), il “doppio cadetti” di Angelo Saponaro e Edoardo Scibinico (Bardolino), il “due senza ragazzi” composto da Giulio Stefano Varotto e Giovanni Andrea Meneghetti (Padova) ed il “quattro di coppia cadette” di Lucia Franzoni, Anna Gelmetti, Maria Soli Fertonani (Bardolino) e Gioia Dola (Padova).

Grandissimo entusiasmo e successo organizzativo, grazie soprattutto all’apporto della Canottieri Bardolino che ha bissato in questo modo la più che positiva esperienza del 12 e 13 ottobre quando sullo stesso specchio d’acqua si sono svolti i Campionati italiani in Tipo Regolamentare, nella quale il COL ha ricevuto i complimenti anche dal Presidente Federale Abbagnale.

Per dovere di cronaca, la classifica generale ha visto primeggiare i nostri “cugini” del Comitato Friuli Venezia Giulia, davanti a Slovenia, Alta Austria, Istria, Carinzia e Veneto.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Bis d’oro per Padova e bronzo per Sile e DLF Treviso a Bardolino

Per il 4° anno consecutivo Simone Martini (Canottieri Padova) si laurea Campione Italiano in canoino senior ai Campionati Italiani in Tipo Regolamentare che quest’anno si sono svolti sulle acque del Lago di Garda, organizzati dalla Canottieri Bardolino, il 12 e 13 ottobre u.s.

Titolo tricolore conquistato d’autorità anche dai compagni di società Luca Chiumento e Pietro Cangialosi nel doppio canoé senior. Tutti atleti già protagonisti in Maglia Azzurra nel corso dell’attuale stagione agonistica.

Conquista invece il terzo gradino del podio Vittoria Savorelli (Canottieri Sile) nel canoino junior femminile.

Medaglia di bronzo anche per la jole a 4 senior del DLF Treviso, composta da Mattia Campigotto, Alberto Martino, Davide Villalta, Nicola Zorzetto e Sebastiano Mora (tim.).

Tagliano il traguardo in quarta posizione Stefano Falcone e Tommaso Colombo (Canottieri Sile) nel doppio canoé junior, precedendo di una posizione Giovanni Cappellozza e Lorenzo Baldo (Canottieri Padova).

Quinta posizione ottenuta anche dalla jole a 4 junior della Canottieri Bardolino, composta da Lorenzo Orlandi, Gioele Sabaini, Alex Cavicchioli, Pietro Facchin e Nartina Bazzoni (tim.).

Sesto classificato il canoino senior femminile di Matilde Lorenzini (Canottieri Bardolino) che precede sul traguardo Luana Scarpa (Padovacanottaggio).

Sesta posizione infine anche per Pietro Facchin (Canottieri Bardolino) nel canoino junior.

Passando ai risultati ottenuti dagli atleti veneti nella categoria master, ricordiamo le medaglie d’oro conquistate tutte dalla Canottieri Padova: jole a 4 master femminile di Adriana Riondato, Ida Maroni, Nicoletta Zambelli, Gabriele Eleonora Angel e Francesca Siviero; doppio canoé master A di Davide Stefanile e Gherardo Gamba; jole a 8 master D di Michele Bacco, Roberto Marchetto, Pierluigi Bullo, Davide Stefanile, Sandro Frisiero, Paolo Sorge, Andrea Rossoni (tim.), misto con Franco Torta e Ettore Bulgarelli (Cerea).

Medaglia d’argento invece per: Gabriele Eleonora Angel (Padova) – canoino master D fem.; Gherardo Gamba (Padova) – canoino master A; Andrea Anzaldi (Bardolino) – canoino master B; Enrico Defina (Bucintoro) – canoino master F; Silvia Scaramuzza e Francesca Brotto (Diadora) – doppio canoé master C fem.

Bronzo infine per: Alice Biondi e Renato Bettin (Diadora) – doppio canoé master mix; Stefano Mies e Daniele Mainardi (Bucintoro) – doppio canoé master F; Vittorio Liberti, Martino Vianello, Stefano Ballarin, Renato Bettin, Alberto Mardegan, Alessandro Sandi, Massimo Bajo, Francesca Brotto (tim.), misto con Claudio Settale (Bardolino).

Il campo di regata del Lago di Garda sarà protagonista anche nel prossimo weekend (19 e 20 ottobre) per lo svolgimento del 62° Incontro Internazionale Esagonale giovanile e della classica regata regionale aperta di chiusura del Comitato Veneto – FIC.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

La settima edizione del Trofeo della Restera

Il trofeo della Restera è giunto alla sua settima edizione.

La sfida con imbarcazioni ad otto + si svolge nel tratto tortuoso del Sile lungo l’antica strada che serviva al traino dei “burci”, i barconi per il trasporto delle granaglie che alimentava l’industria molitoria trevigiana .

Presenti quattro società :Circolo Ospedalieri e Dopolavoro Ferroviario con due equipaggi, Canottieri Sile e Canottieri Padova.

Oltre alla tortuosità del percorso, determinante è il giro boa dove si esprime la perizia dei timonieri e la capacità degli equipaggi di effettuare questa manovra nel minor tempo possibile .

Grande quest’anno la partecipazione femminile che costituiva quasi la metà degli atleti partecipanti ; a tutte loro un premio speciale : una rosa .

Il trofeo perpetuo è stato vinto per la seconda volta dalla Canottieri Sile , secondo classificato l’equipaggio A del Dopolavoro Ferroviario , terzi classificati l’equipaggio A del Circolo Ospedalieri .

Ennio Casagrande

Alberto Rigato (Canottieri Padova) è “allenatore dell’anno” 2019

Il Consiglio Federale della Federazione Italiana Canottaggio ha da pochissimo ufficializzato i nominativi dei protagonisti della stagione 2019 che verranno premiati a Varese in occasione della Conferenza Nazionale Allenatori (30/11 – 01/12/2019) e come “allenatore dell’anno” per il 2019 è stato nominato il tecnico veneto Alberto Rigato (Canottieri Padova).

Riconoscimento più che meritato per Alberto che ricopre anche il ruolo di Coordinatore Tecnico Regionale del Comitato Veneto – F.I.C.

Classe 1969, a guida della Canottieri Padova da oltre 20 anni, nel corso della sua carriera ha conquistato con i suoi atleti decine e decine di Titoli di Campione d’Italia e medaglie internazionali a tutti i livelli (dagli Europei ai Mondiali, dai Giochi del Mediterraneo alle Olimpiadi), sapendo valorizzare appieno le qualità fisiche e tecniche di numerosissimi Campioni.

Ricordiamo che solo nella stagione ancora in svolgimento ha già conquistato 4 “Scudetti Tricolore” (con concrete possibilità di aumentarne il numero entro fine anno), la qualificazione olimpica per Tokyo 2020 del singolo senior A (9° classificato ai Campionati del Mondo) con Simone Martini, il Titolo di Campione del Mondo in doppio under 23 con Luca Chiumento, la partecipazione in Maglia Azzurra di vari suoi atleti a regate Internazionali, prove di Coppa del Mondo, Campionati Europei, Campionati del Mondo.

Tutto il movimento del Canottaggio Veneto (atleti, tecnici, dirigenti) si unisce al Comitato Regionale per congratularsi con Alberto Rigato per questo giusto riconoscimento come “allenatore dell’anno” 2019 per la Federazione Italiana Canottaggio.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Il Veneto al 62° Incontro Internazionale Esagonale di Bardolino (VR)

Alla Canottieri Bardolino si stanno ultimando gli ultimi preparativi per l’organizzazione del 62° Incontro Internazionale Esagonale Giovanile che quest’anno si svolgerà sabato 19 settembre p.v. proprio di fronte all’elegante lungolago del rinomato comune veronese, sulle acque del meraviglioso Lago di Garda.

Il programma si articolerà come sempre su 14 discipline, suddivise tra le categorie cadetti e ragazzi.

Il Comitato Veneto – FIC, sempre presente all’incontro Internazionale Esagonale dal 1957 (anno della prima edizione) quest’anno, “giocando in casa”, si impegnerà al massimo per rendere davvero speciale questo importante appuntamento.

il Commissario Tecnico Regionale Alberto Rigato, assieme ai suoi collaboratori Sebastiano Ladillo ed Andrea Pareschi, ha già selezionato la squadra che difenderà i colori del Comitato Veneto:

  • singolo cadette: Matilde Colombo (Sile);
  • singolo cadetti: Federico Baradel (Giudecca);
  • doppio cadette: Agnese Galante e Beatrice Bastasi (Giudecca);
  • doppio cadetti: Angelo Saponaro e Edoardo Scibinico (Bardolino);
  • quattro di coppia cadette: Giorgia Borgoni (Giudecca), Anna Gelmetti, Lucia Franzoni, Mariasole Fertonani (Bardolino);
  • quattro di coppia cadetti: Filippo Gava, Enrico Luzi, Nicola Crosato, Matteo Pegorer (Ospedalieri TV);

  • singolo ragazze: Vittoria Stangherlin (Giudecca);

  • singolo ragazzi: Nicolò Ravagnan (Giudecca);

  • doppio ragazze: Vittoria D’Isep (Ospedalieri TV) e Martina Bazzoni (Bardolino);

  • doppio ragazzi: Luca Polito (Padovacanottaggio), Sebastiano Sabaini (Bardolino);

  • due senza ragazzi: Giulio Varotto, Giovanni Andrea Meneghetti (Padova);

  • quattro di coppia ragazze: Emma Rodati, Chiara Lastra, Sara De Battisti (Diadora), Alice Santinello (Padova);
  • quattro di coppia ragazzi: Isacco Rizzato, Gianluca Fuschi (DLF Treviso), Giacomo Negro, Jacopo Cipollotti (Sile).

L’appuntamento è dunque fissato per sabato 19 ottobre p.v. a Bardolino (VR), a partire dalle ore 15:30, quando verrà dato il primo via a questa sempre suggestiva manifestazione che da 62 anni rappresenta un appuntamento fisso per tanti giovani canottieri che, probabilmente per la prima volta nella loro carriera, possono confrontarsi a livello internazionale.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa