Tutti gli articoli di Canottaggioveneto

Oro e bronzo per Canottieri Padova e bronzo per Ospedalieri TV al “SuperCampionato” di Varese

Si è da poco conclusa la prima edizione nella storia del Canottaggio Italiano del “SuperCampionato” Italiano, disputato sulle acque del Lago di Varese, che ha riassunto in un unico evento (su 4 giorni di gare – dal 12 al 15 ottobre) tutte le categorie agonistiche (ragazzi, junior, under23, senior e pararowing) e dove, per la Regione Veneto, erano presenti Canottieri Sile, Ospedalieri TV, Canottieri Padova, Associazione Padovacanotaggio e Canottieri Bardolino.

Gli allievi di Alberto Rigato (Canottieri Padova), pur altamente penalizzati dall’assenza “forzata” dei componenti della Squadra Nazionale senior, tornano da questa rassegna tricolore con un Titolo di Campione d’Italia ed una medaglia di bronzo, mentre uno una medaglia di bronzo è stata conquistata anche dagli atleti degli Ospedalieri Treviso.

Teresa Sezzo e Gelia Derlini (Padova) vincono con estrema superiorità la finale del doppio esordienti femminile, laureandosi Campionesse d’Italia della specialità.

Medaglia di bronzo invece per i compagni di società Giulio Stefano Varotto, Tommaso Martorelli, Matteo Dola e Jacopo Giorio nel quattro di coppia ragazzi, in una delle Finali più tirate dell’intera rassegna tricolore.

Ottimo terzo gradino del podio conquistato anche dall’otto senior degli Ospedalieri TV composto da Mattia Campigotto, Alberto Martino, Federico Zanatta, Enrico Gatti, Enrico Zanatta, Ezio Salvadori, Francesco Pegorer, Andrea Molena con ala timone Michele Pegorer.

Da ricordare anche le quarte piazze rispettivamente di Vera Donadello e Costanza Bossan (Padovacanottaggio) nel doppio junior femminile e di Filippo Levorin, Giovanni Cappellozza, Lorenzo Baldo e Pietro Biasibetti (Padova) nel quattro di coppia ragazzi le quinte posizioni di Ottavia Benedetta Iannuzzi (Sile) nel singolo esordienti femminile e di Matilde Lorenzini (Bardolino) nel singolo senior femminile, la sesta posizione di Silvia Masiero e Alice Santaniello (Padova) nel doppio ragazze e l’ottavo posto di Francesco Pegorer (Ospedalieri TV) nel singolo junior.

Prossimo appuntamento con il canottaggio veneto, domenica 25 ottobre a Bardolino – Lago di Garda con una Regata Regionale aperta, valevole come Campionato Regionale Veneto, che vedrà la presenza di oltre 460 atleti.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Trittico di regate carico di soddisfazioni per il DLF Treviso.

Corgeno, San Giorgio di Nogaro e Ravenna, tre intensi fine settimana di regate in rapida successione per i giovani atleti del DLF di Treviso che hanno portato a casa medaglie preziose nelle categorie giovanili under 14.

In particolare, la coppia di Cadetti (14 anni) formata da Giacomo Cappelletto e Federico Bubacco, dopo la fantastica vittoria nel doppio a Pisa nella regata nazionale di fondo svoltasi lo scorso 25 gennaio prima del periodo di isolamento forzato causa emergenza COVID-19, sono tornati alle gare in acqua a Corgeno lo scorso 19 settembre conquistando una fantastica vittoria nel doppio mentre il giorno successivo nel singolo Giacomo ha di nuovo conquistato l’oro e Federico ha preso un bel argento.

Domenica 27 settembre a San Giorgio di Nogaro, Giacomo ha di nuovo conquistato l’oro nella specialità del singolo mentre Federico ha portato a casa un bronzo, con un piccolo grande rammarico a causa di un problema tecnico poi riscontrato all’imbarcazione. Infine domenica 4 ottobre alla Standiana di Ravenna, con un campo di regata battuto da un forte vento contrario, Giacomo e Federico hanno trionfato nella gara del doppio facendo segnare anche il miglior tempo di categoria. Ma le soddisfazioni arrivano anche dalla categoria Allievi C (13 anni) dove Elio Colombrino, al debutto assoluto in acqua, ha conquistato tre fantastiche medaglie oro a Corgeno nel singolo 7,20, a San Giorgio di Nogaro nel doppio in coppia con l’altro debuttante Nicolò Carestiato e infine nel singolo 7,20, a Ravenna. Che dire… tre ragazzi d’oro!!!

Ma non ci sono solo loro, altri risultati consistenti sono arrivati dai Cadetti Matteo Favero e Giulio Nicolucci, dall’Allievo C Nicolò Carestiato (bronzo a Ravenna nel 7,20) e dai giovanissimi Allievi B2, Stefano Corda (argento a Corgeno nel 7,20) e Giorgio detto Google Cappelletto.

L’allenatore Sebastiano Ladillo coadiuvato da Massimo Gios, possono solo che essere orgogliosi di questa piccola ma terribile squadra di giovani canottieri.

I ragazzi adesso prenderanno un attimo il fiato per poi prepararsi più agguerriti che mai per l’ultima regata di questo particolare 2020 in programma il 25 ottobre a Bardolino.

Sebastiano Ladillo

Head Coach DLF Treviso

 

Atleti “padovani” tra i protagonisti agli Europei di Poznan.

Grande Italia agli Europei di canottaggio appena conclusi a Poznan (POL): 11 podi conquistati (4 medaglie d’oro, 5 d’argento, 2 di bronzo) e secondo posto nel medagliere assoluto!

Straordinari risultati frutto anche degli atleti del Comitato Veneto (targati tutti Canottieri Padova) Alessandra Patelli, Veronica Lisi e Simone Martini, oltre a Stefania Gobbi (Carabinieri-S.C. Padova) e Luca Chiumento (Fiamme Gialle-S.C. Padova)

In particolare evidenza Alessandra Patelli che, assieme alle compagne Roceck, Tondodonati e Ondoli, ha regalato all’Italia una splendida medaglia d’argento nel quattro senza senior, che fa ovviamente ben sperare per la qualifica olimpica di questa specialità.

Il forte e determinato equipaggio azzurro, protagonista di una prova esemplare (sempre tra le primissime posizioni per tutto il percorso di gara), si è dovuto “piegare” solo all’Olanda, strappando sul traguardo per 33 centesimi la piazza d’onore all’Irlanda.

Veronica Lisi invece, impegnata nel singolo senior, dopo 17 anni dall’ultima volta che aveva indossato la maglia Azzurra (Campionati del Mondo Junior – Atene 2003), ha saputo combattere alla pari con le più forti sculler europee raggiungendo la semifinale dove ha tagliato il traguardo in 5ª posizione per poi classificarsi 3ª nella Finale B (9ª in classifica generale).

Il compagno di società Simone Martini, specialista del singolo senior (ha qualificato la barca per le Tokio2020-1), non è riuscito invece a superare i recuperi per poi agguantare l’accesso alla Finale C dove ha tagliato il traguardo in 5ª posizione (17° in classifica generale) a meno di 3 secondi dal primo classificato.

Non possiamo ovviamente non ricordare e rimarcare la grande prestazione del padovano Luca Chiumento, atleta “nato” e cresciuto alla Canottieri Padova ed ora in forza alle Fiamme Gialle, che ha conquistato una splendida medaglia d’argento nel quattro di coppia senior (assieme ai compagni Gentili, Venier e Rambaldi).

Ed anche la padovana Stefania Gobbi (da qualche anno tesserata per il G.S. Carabinieri), in coppia con Buttignon nel doppio senior, ha saputo conquistare l’accesso alla finalissima continentale dove, pur lottando con la consueta tenacia, si è classificata in 6ª posizione.

Ancora grandissime soddisfazioni quindi per tutto il Comitato Veneto che esprime tutti i suoi più vivi e sinceri complimenti ad Alessandra, Veronica, Stefania, Luca e Simone ed al loro tecnico societario Alberto Rigato (Canottieri Padova).

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Società venete sempre “sugli scudi” a Ravenna

Domenica 4 ottobre u.s. sul bacino della Standiana a Ravenna, si è disputata una Regata Regionale aperta che ha visto la partecipazione di circa 500 atleti gara.

A questo appuntamento agonistico hanno preso parte anche le società venete Canottieri Padova, Associazione Padovacanottaggio, Canottieri Sile, DLF Treviso, Canottieri Bardolino e Centro Nautico Bardolino che, complessivamente, hanno conquistato 12 medaglie d’oro, 14 d’argento e 10 di bronzo.

Nelle gare riservate alle categorie giovanili e master sono tre le società venete che conquistano 2 medaglie d’oro: Canottieri Padova (otre ad 1 argento), Associazione Padovacanottaggio e DLF Treviso (assieme ad 1 bronzo). 2 argenti ed 1 bronzo per la Canottieri Bardolino ed 1 bronzo anche per la Canottieri Sile.

Nelle gare riservate invece alle categorie agonistiche con 12 podi (3 ori, 6 argenti, 3 bronzi), la “leadership” del Veneto spetta alla Canottieri Padova, seguita dalla Canottieri Sile che ha ottenuto 2 vittorie, 1 piazza d’onore ed 3 bronzi. 1 oro e 2 argenti sono stati conquistati dagli atleti della Padovacanotaggio e la Canottieri Bardolino ha conquistato 2 medaglie d’argento ed 1 di bronzo.

Questi gli equipaggi veneti vincitori della medaglia d’oro: Filippo Polimeno (Padova) e Alberto Pivetta (Padovacanottaggio) – 7.20 allievi B2; Elio Colombrino (DLF Treviso) – 7.20 allievi C; Simone Lodo (Padovacanottaggio) – 7.20 cadetti; Nasser Cavallaro (Padova) – singolo cadetti; Federico Bubacco e Giacmo Cappelletto (DLF Treviso) – doppio cadetti; Jacopo Cipolotti (Sile) – singolo ragazzi; Giulio Stefano Carotto, Jacopo Giorio, Tommaso Martorelli, Matteo Dola (Padova) – quattro di coppia ragazzi; Giacomo Negro (Sile) – singolo junior; Costanza Bossan e Vera Donadello (Padovacanottaggio) – doppio junior fem.; Pietro Biasibetti con Filippo Levorin (Padova) – e Lorenzo Baldo con Giovanni Cappellozza (Padova) – doppio junior; Anita Serena (Sile) – singolo pesi leggeri fem.;

Argento invece per: Alberto Agosti (Bardolino) – 7.20 allievi B2; Allessandra Quarti (Bardolino) – 7.20 allieve C; Silvia Masiero (Padova) e Alice Santinello (Padova) – singolo ragazze e doppio ragazze; Matteo Pasqualini (Bardolino) – singolo ragazzi; Jacopo Giorio con Giulio Stefano Varotto (Padova) e Tommaso Martorelli con Matteo Dola (Padova) – doppio ragazzi; Luca Polito (Padovacanottaggio) – singolo junior; Pietro Biasibetti, Giovanni Cappellozza, Lorenzo Baldo, Filippo Levorin (Padova) – quattro di coppia junior; Matilde Lorenzini (Bardolino) – singolo senior fem.; Vittoria Savorelli e Monica Favaro (Sile) – doppio senior fem.; Claudio Donadello (Padovacanottaggio) – doppio senior; Valeria Gambino, Paola Dus, Gabriele Elenora Angel, Paola Cavazzana (Padova) – quattro di coppia master fem.

Bronzo infine per: Nicolò Carestiato (DLF Treviso) – 7.20 allievi C; Filippo Saponaro (Bardolino) – singolo allievi C; Federico Chiucchini (Padova) – 7.20 cadetti; Matteo Pasqualini, Edoardo Scibinico, Angelo Saponaro, Luca Rizzi (Bardolino) – quattro di coppia ragazzi; Vittoria Savorelli (Sile) e Allegra Meneghetti (Padova) – singolo junior fem.; Paolo Merotto (Sile) e Guglielmo Martorelli (Padova) – singolo junior; Giacomo Negro e Jacopo Cipolotti (Sile) – doppio junior; Giacomo De Lucchi (Padova) – singolo senior; Nadiya Malyk (Sile) – singolo master.

Prossimo appuntamento con il canottaggio veneto, domenica 25 ottobre a Bardolino – Lago di Garda con i Campionati Regonali.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Medaglie importanti per le Società Venete a San Giorgio di Nogaro (UD)

Domenica 27 settembre u.s., le acque del fiume Ausa Corno a San Giorgio di Nogaro (UD) sono state teatro
di una Regata regionale aperta alla quale, oltre a tutte le società di canottaggio del Regione Friuli Venezia
Giulia, hanno partecipato anche i sodalizi veneti Canottieri Padova, Associazione Padovacanottaggio,
Canottieri Mestre, Canottieri Diadora, Canottieri Giudecca, Dopolavoro Ferroviario di Treviso, Canottieri Sile,
Canottieri Bardolino e Centro Nautico Bardolino.
Il canottaggio Veneto ha complessivamente conquistato 40 podi (8 medaglie d’oro, 15 d’argento e 17 di
bronzo).
Il sodalizio veneto che è salito più volte sul podio è stata la Canottieri Padova i quali atleti hanno ottenuto
complessivamente 11 medaglie (1 oro, 4 argenti, 6 bronzi), mentre la Canottieri Giudecca è la società
veneta che ha conquistato più medaglie d’oro (3 in totale).
Nella speciale classifica per società, per la Regione Veneto, troviamo in vetta la Canottieri Padova, con a
seguire la Canottieri Mestre (1 oro, 5 argenti, 2 bronzi) e la Canottieri Bardolino (1 argento e 2 bronzi).
L’Associazione Padovacanottaggio ha ottenuto 2 argenti e 3 bronzi, il DLF Treviso 2 medaglie d’oro e 2
bronzi, la Canottieri Sile 1 oro, 1 argento ed 1 bronzo e la Canottieri Diadora 2 argenti ed 1 bronzo.
Questo l’elenco degli atleti veneti che sono saliti sul podio. Medaglia d’oro: Nicola Aguzzi e Alexandrso
Saraji (Mestre) e Nicolò Carestiano ed Elia Colombrino (DLF Treviso) – doppio allievi C; Tommaso Maggioni
(Giudecca) – 7.20 cadetti; Giacomo Cappelletto (DLF Treviso) e Sondre Bassano (Giudecca) – singolo
cadetti; Giulio Stefano Varotto, Jacopo Glorio, Tommaso Martorelli, Matteo Dola (Padova) – quattro di
coppia ragazzi; Gabriele Bastasi (Giudecca) – singolo junior; Ottavia Benedetta Iannuzzi (Sile) – singolo
esordienti fem.
Medaglie d’argento: Alberto Pivetta (Padovacanottaggio) – 7.20 allievi B2; Arthur Gutzelnig (Diadora) – 7.20
alleivi C; Diego Casarin, Tamir Dolgan, Nicolò Bellemo, Edoardo Rutigliano (Mestre) – quattro di coppia
allievi C; Guido Gastaldi (Mestre) – singolo cadetti; Dennis Bellomi e Samuele Vezza (Bardolino) – doppio
cadetti; Silvia Masiero e Alice Santinello (Padova) – doppio ragazze; Vera Donadello e Costanza Bossan
(Padovacanottaggio) – doppio junior fem.; Chiara Lastra, Sara De Battisti, Emma Rodati (Diadora), Geila
Derlini (Padova) – quattro di coppia junior fem.; Lorenzo Baldo (Padova) – singolo junior; Giacomo Negro e
Jacopo Cipolotti (Sile) – doppio junior; Pietro Bonaventura (Mestre) – singolo pesi leggeri; Giacomo De
Lucchi (Padova) – singolo senior; Tommaso Santi e Giovanni Poli (Mestre) – doppio senior; Giovanni Poli,
Tommasi Santi, Pietro Bonaventura, Stefano Ruggi (Mestre) – quattro di coppia senior;
Medaglie di bronzo: Alvise Rodati (Diadora) – 7.20 allievi B1; Stefano Crda (DLF Treviso) e Alberto Agosti
(Bardolino) – 7.20 allievi B2; Alessandro Bruni e Fabio Vanin (Mestre) – doppio allievi B2; Filippo Saponaro
(Bardolino) – 7.20 allievi C; Simone Lodo (Padovacanottaggio) – 7.20 cadetti; Michele Finotto (Mestre) –
7.20 cadetti; Federico Bubacco (DLF Treviso) – singolo cadetti; Alice santinello (Padova) – singolo ragazze;
Giulio Stefano Varotto (Padova) – singolo ragazzi; Vittoria Savorelli (Sile) – singolo junior fem.; Luca Polito
(Padovacanottaggio) – singolo junior; Pietro Biasibetti, Giovanni Cappellozza, Guglielmo Martorelli, Lorenzo
Baldo (Padova) – quattro di coppia junior; Matilde Lorenzini (Bardolino) – singolo senior fem.; Vera
Donadello e Costanza Bossan (Padovacanottaggio) – doppio senior fem.; Filippo Levorin (Padova) – singolo
pesi leggeri; Luca Polito e Claudio Donadello (Padovacanottaggio) – doppio senior.

Alberto Vianello
Comitato Regionale Veneto – F.I.C.
Ufficio Stampa

Le venete Canottieri Mestre e DLF Treviso tra le protagoniste a Corgeno.

5 medaglie d’oro, 5 argenti e 3 bronzi, oltre a numerosi altri risultati a ridosso dal podio, è il bottino complessivo che le società venete hanno conquistato al Meeting Nazionale Giovanile di Corgeno del 19 e 20 ottobre u.s.

760 atleti presenti (circa 1400 atleti gara), appartenenti ad oltre 60 società provenienti da tutto il nord e gran parte del centro della penisola, tra le quali troviamo anche le venete Canottieri Mestre, D.L.F. Treviso e Ospedalieri Treviso, per questo primo grande appuntamento nazionale del canottaggio giovanile post-lockdown.

Numeri veramente di gran prestigio come anche i risultati ottenuti dai giovani canottieri veneti.

In particolare, gli allievi della Canottieri Mestre hanno ottenuto due medaglie d’oro entrambe grazie ad Alexandros Saraji che ha primeggiato sia nel 7.20 che nel singolo allievi C, oltre agli argenti dei 7.20 allievi C di Edoardo Rutigliano e Diego Casarin e del quattro di coppia allievi C composto da Flavio Raise, Nicolò Bellemo, Nicola Aguzzi e Daryush Saraji. Medaglia di bronzo poi per i doppi allievi C di Edoardo Rutigliano in coppia con Diego Casarin e di Flavio Raise con Nicolò Bellemo.

Il D.L.F. Treviso è invece salito per 3 volte sul gradino più alto del podio grazie al singolo cadetti di Giacomo Cappelletto che si è poi ripetuto con Federico Bubacco nel doppio cadetti e al 7.20 allievi C di Elio Colombrino. Piazza d’onore per Stefano Corda nel 7.20 allievi B2 e per Federico Bubacco nel singolo cadetti.

Medaglia di bronzo anche per l’atleta degli Ospedalieri di Treviso Edoardo Randon nel 7.20 allievi C.

Ricordiamo inoltre tutti gli altri risultati degli atleti veneti che non sono riusciti a raggiungere il podio: Ginevra Zanini (Ospedalieri TV) – 4ª class. nel 7.20 allieve B2; Stefano Corda (DLF Treviso) – 4° class. nel 7.20 allievi B2; Alberto Zanini (Ospedalieri TV) – 4° class. nel 7.20 allievi C; Nicola Aguzzi e Daryush Saraji (Mestre) – 4° class. nel doppio allievi C; Ginevra Zanini e Gioia Zetti (Ospedalieri TV) – 5° class. nel doppio allieve B2; Nicolò Carestiato (DLF Treviso) – 5° class. nel 7.20 allievi C; Edoardo Randon (Ospedalieri TV) – 5° class. nel singolo allievi C; Elio Colombrino e Nicolò Carestiato (DLF Treviso) – 5° class. nel doppio allievi C; Alessandro Crovato e Paolo Scottà (Ospedalieri TV) – 5° class. nel doppio cadetti; Alberto Zanini, Pietro e Paolo Scottà e Alessandro Crosato (Ospedalieri TV) – 5° class. nel quattro di coppia cadetti; Tamir Dolgan (Mestre) – 6° class. nel 7.20 e nel singolo allievi C; Pietro Scottà (Ospedalieri TV) – 6° class. nel 7.20 cadetti; Gioia Zetti (Ospedalieri TV) – 8ª class. nel 7.20 allieve B2.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Teresa Zambon (Canottieri Mestre) Campionessa Italiana di beach sprint nel singolo femminile senior e Titoli master per Padova e Sile a Ravenna e Lignano.

Da venerdì 11 a domenica 13 settembre u.s., le acque antistanti la spiaggia di Lignano Sabbiadoro (UD) sono state teatro dei Campionati Italiani di Coastal e Beach Rowing 2020.

Primo vero appuntamento di canottaggio per le categorie agonistiche, dopo il Campionato Italiano master svoltosi a Ravenna la settimana prima dove i doppi master D femminile e maschile sono stati entrambi appannaggio degli atleti della Canottieri Padova rispettivamente con Francesca Siviero con Gabrilele Eleonora Angel e Michele Bacco in coppia con Paolo Sorge.

All’appuntamento tricolore di Lignano Sabbiadoro (UD) erano presenti anche le compagini delle società venete Canottieri Mestre, Canottieri Padova, Canottieri Sile e Canottieri Bucintoro.

Il risultato più prestigioso per il canottaggio Veneto è stato conquistato da Teresa Zambon, allieva di Nicoletta Sanvitale (tecnico della Canottieri Mestre), nella specialità del singolo senior femminile di beach rowing dove ha letteralmente sbaragliato tutte le dirette avversarie facendo segnare il miglior tempo già nelle batterie eliminatorie per poi confermare il risultato nella finalissima per l’oro e conquistando il titolo di Campionessa d’Italia della specialità.

La stessa atleta aveva precedentemente conquistato la piazza d’onore nel singolo coastal rowing femminile senior sulla distanza dei 6 km.

Medaglia di bronzo invece sulla stessa distanza dei 6 km. per i compagni di società del quattro coastal rowing senior maschile composto da Giovanni Poli, Tommaso Santi, Pietro Bonaventura, Stefano Ruggi e Filippo Zambon al timone.

Medaglia d’oro anche per il doppio mix beach sprint master over 54 della Canottieri Sile, composto da Fabiola Manente e Luciano Mestriner.

Argento invece per il quattro beach sprint master 43-54 anni della Canottieri Padova, con gli atleti Pierluigi Bullo, Michele Bacco, Marco Pegoraro, Piero Carletto e Arianna Carletto al timone.

Taglia il traguardo in quarta posizione il doppio coastal rowing master over 54 di Daniele Mainardi e Stefano Mies (Bucintoro) mentre nel singolo coastal rowing master over 54 Pierluigi Bullo (Padova) si classifica in sesta posizione e chiudono all’ottavo posto Roberto Marchetto (Diadora), Sandro Frisiero, Marcon Pegoraro, Piero Carletto e Arianna Carletto (Padova) nel quattro coastal rowing master over 54.

Negli stessi giorni la squadra agonistica della Canottieri Padova è stata tra le protagoniste alla 59ª Regata Internazionale societaria di Villach – Ossiacher che li ha visti conquistare l’oro nel singolo senior con Simone Martini che ha preceduto sul traguardo il compagno di società Giacomo De Lucchi. Gli stessi atleti hanno poi conquistato l’argento nel doppio senior. Bronzo infine per Pietro Biasibetti e Giovanni Cappellozza nel doppio junior.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Ottime prestazioni degli atleti veneti all’Italian “Home Race”

Grandi risultati per gli atleti veneti all’Italian Coop&Garofalo “Home Race” 30′ Indoor Timelapse – la gara nazionale su remoergometro, disputata venerdì 29 e sabato 30 maggio u.s.

Il programma prevedeva per ogni atleta una prova massimale sul tempo di 30 minuti su remoergometro ed il tutto doveva essere testimoniato con un video registrato tramite smartphone.

Circa 600 atleti da tutta Italia (compresi i componenti della Nazionale Olimpica) hanno risposto all’invito della Federazione e si sono cimentati in questa prova con risultati davvero straordinari.

Tra le società partecipanti, comparivano anche le venete Canottieri Sile, Circolo Ospedalieri Treviso, Canottieri Bardolino e Canottieri Padova.

Ottima prestazione di Marta Cavicchia (Ospedalieri TV) che, nella categoria ragazze 2° anno ha sbaragliato tutte le dirette avversarie, imponendosi al vertice della categoria.

Si è invece classificato in terza posizione nella categoria senior A, l’azzurro Simone Martini (Canottieri Padova), in una prova che ha visto lo “sbricciolarsi” del record Italiano ad opera di Giovanni Abagnale (Marina Militare) e dove i primi 4 classificati “sono stati racchiusi” in appena 110 metri.

Quarta piazza per la compagna di società (e sempre appartenente alla Nazionale Olimpica), nei senior donne per Alessandra Patelli. Per la cronaca anche in questa specialità si è stabilito il nuovo record italiano con l’atleta Tontodonati – FF.OO.

Da segnalare anche la prima posizione ottenuta da Sergio Chessari (Mestre) nella categoria master A.

Buoni piazzamenti anche per gli altri atleti veneti:

6° class. Matteo Pegorer (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno; 6ª class. Vittoria Savorelli (Sile) – junior fem. 2° anno; 8° class. Giuseppe Fusco (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno; 9° class. Enrico Luzi (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno; 9° class. Gugliemo Martorelli (Padova) – junior 2° anno; 11ª class. Ottavia Benedetta Iannuzzi (Sile) – junior fem. 2° anno; 11ª class. Matilde Lorenzini (Bardolini) – senior A fem.; 13° class. Giovanni Cappellozza (Padova) – junior 2° anno; 15° class. Nicola Crosato (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno; 15° class. Lorenzo Baldo (Padova) – junior 2° anno; 17° class. Tommaso Tesser (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno;18° class. Matteo Pasqualini (Bardolino) – ragazzi 2° anno; 23° class. Leonardo Slongo (Ospedalieri TV) – ragazzi 1° anno; 28° class. Giacomo De Lucchi (Padova) – senior A.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Il Canottaggio Veneziano assieme in bacino San Marco

Questo periodo così difficile per tutto il Mondo, non solo sportivo, ha prodotto per forza di cose anche
una drastica diminuzione del traffico a motore sia su strada che su acqua e questo fatto, per una delle
città d’acqua più importanti e famose (oltre che più belle) del Mondo, qual è Venezia, ha provocato un
quasi totale azzeramento del moto ondoso nei canali ed anche nel bacino di San Marco, luogo
abitualmente irraggiungibile per le nostre esili e fragili imbarcazioni.
Domenica 17 maggio, le società Canottieri Diadora, Canottieri Giudecca e Canottieri Mestre si sono
organizzate per portare, per la prima volta, gran parte delle loro squadre agonistiche, rigorosamente in
singolo (o in doppio per fratelli conviventi), tutti assieme in bacino San Marco, proprio di fronte alle
colonne di San Marco e San Todaro che, come tutti sanno, sono poste all’ingresso dell’area marciana,
a simboleggiare l’entrata della città della Serenissima.
Tutti gli atleti delle società di canottaggio veneziano hanno così potuto osservare uno dei luoghi più belli
e famosi del Mondo, la loro Piazza San Marco, da un punto di vista decisamente unico, meraviglioso e
forse irripetibile.
Lo scopo di questa iniziativa non è stato ovviamente una protesta contro qualcuno o qualcosa, ma
piuttosto un gesto d’amore degli atleti di canottaggio di Venezia a favore della loro città e della loro
laguna.
Ciò dimostra anche che tutti assieme possiamo ripartire con più forza e determinazione.
Canottieri Diadora
Canottieri Giudecca
Canottieri Mestre