A Cangialosi (Padova) Titolo Under23 ed altri 2 bronzi. Podio tricolore anche per Ospedalieri TV e Padovacanottaggio.

E’ stato senza alcun dubbio Pietro Cangialosi, atleta della Canottieri Padova, l’atleta Veneto che ha ottenuto i migliori e più significativi risultati durante il “Supercampionato” Italiano COOP 2021, disputatosi a Gavirate (VA) sul Lago di Varese dal 10 al 13 giugno u.s.

L’allievo di Alberto Rigato (dopo essersi già messo in luce durante l’attuale stagione agonistica sia al 1° che al 2° Meeting Nazionale 2021) si è infatti aggiudicato il Titolo Italiano nel singolo Under23 dominando letteralmente la Finale per poi salire sul quattro di coppia, assieme ai compagni di società Lorenzo Baldo, Tommaso Vianello e Giovanni Cappellozza, e conquistare al fotofinish il 3° gradino del podio, bissando infine la medaglia di bronzo anche nella finalissima del singolo senior A.

3 Finali Tricolori e 3 medaglie (tra le quali un oro ed il conseguente Titolo Italiano – il suo primo in singolo nella “distanza olimpica”). Abbiamo quindi chiesto a Pietro le sue impressioni, subito dopo le finali: “Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti in questo ‘Supercampionato’ anche se avrei senza dubbio preferito che i due eventi si fossero svolti in maniera separata così da non arrivare ai Campionati Assoluti con tutte quelle gare già sulle spalle e così facendo poter migliorare la prestazione. La finale del mio primo Titolo Italiano under23 in singolo devo dire che è stata emozionante, era un titolo che bramavo da molti anni, il singolo è sempre stata la mia barca e vincere un campionato italiano in distanza olimpica è stato indimenticabile. Da domani (lunedì) poi sarò in raduno Nazionale under23 ma sarà ancora una fase selettiva e, anche se voglio andarci cauto sulla possibile convocazione in Maglia Azzurra, diciamo che il Mondiale under23 di Racice (CZE) è sicuramente l’obiettivo principe della stagione e farò tutto il possibile per far sì di potervi partecipare su una barca competitiva”.

Ma i podi tricolori per gli atleti veneti non si sono fermati qui.

Ha conquistato una splendida piazza d’onore il quattro di coppia ragazzi degli Ospedalieri Treviso composto da Giuseppe Fusco, Filippo Gava, Enrico Luzi, Matteo Pegorer. Argento anche per Agostino Maritan (Padova) nel quattro con pararowing PR3 mix (misto con Sebino, Armida, Olona, Savoia). Medaglia di bronzo invece per il doppio senior A femminile della Padovacanottaggio con Giulia Cabassa e Vera Donadello che hanno preceduto sul traguardo l’equipaggio della Canottieri Sile di Anita Serena e Vittoria Savorelli.

Quarta piazza anche per il doppio pesi-leggeri femminile di Teresa Zambon e Angela De Lucchi (Giudecca) e per entrambi i quattro di coppia senior A (femminile e maschile) rispettivamente con Vera Donadello, Giulia Cabassa, Costanza Bossan e Luana Scarpa (Padovacanottaggio) e Tommaso Santi, Giovanni Poli, Lorenzo D’Ambrosi e Alessandro Ronchetti (Mestre). Chiudono in quinta posizione Sara De Battisti e Vittoria Stangherlin (Diadora) nel doppio junior femminile e Filippo Levorin con Pietro Biasibetti (Padova) nel doppio pesi-leggeri under23. Tanti invece i sesti posti degli atleti veneti: Giacomo Cappelletto (DLF Treviso) nel singolo ragazzi, Beatrice Giovanna Bastasi e Agnese Galante (Giudecca) sia nel doppio ragazze che nel doppio junior femminile, Jacopo Cipolotti e Giacomo Negro (Sile) nel doppio junior, Davide Alborghetti (Padova) nel singolo esordienti, Matilde Lorenzini (Bardolino) nel singolo senior A femminile, Gabriele Bastasi (Padova) nel singolo senior A, Mattia Campigotto, Alberto Martino, Federico Zanatta, Enrico Zanatta, Ezio Salvadori, Enrico Gatti, Francesco Marchetto, Andrea Molena, Eugenio Togniolo -Tim. (Ospedalieri TV) nell’otto senior A. Sono settime al traguardo Chiara Lastra e Sara De Battisti (Diadora) nel doppio under23 femminile e Marta Cavicchia (Ospedalieri TV) nel singolo junior femminile, mentre chiude in ottava posizione Giacomo De Lucchi (Padova) nel singolo senior A.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa