E’ certo: Chiara Nardo (Canottieri Padova) andrà a TOKYO2020NE!!

Adesso è veramente ufficiale: Chiara Nardo parteciperà alle prossime Paralimpiadi di TOKYO2020NE.

L’atleta della Canottieri Padova, in coppia con Gianfilippo Mirabile (Murcarolo) ha letteralmente sbaragliato tutti i diretti avversari nella finalissima del doppio PR2 misto alla regata di Qualificazione Paralimpica che si è disputata sul Lago di Varese a Gavirate.

I due atleti si aggiungono così ai 5 azzurri componenti il quattro con PR3 misto (imbarcazione già qualificata ai Campionati del Mondo del 2019), portando così ufficialmente a 7 il numero dei paratleti azzurri di canottaggio che parteciperanno ai XVI Giochi Paralimpici.

Scontata la felicità di Chiara che come sappiamo, prima di intraprendere questa avventura ai remi, è stata una vera campionessa di equitazione dove sì è classificata per ben più di 700 volte (e vi assicuro che non ho sbagliato a digitare il numero) al primo posto in altrettanti concorsi ippici. Poi nel 2015, a seguito di un incidente, l’addio forzato all’equitazione e nel 2019 il primo avvicinamento al nostro splendido sport.

Ovviamente non ci siamo mancati di sentire “a caldo” la nostra splendida atleta, subito dopo la vittoria. Queste le sue prime dichiarazioni:

Sono felicissima e sinceramente ho creduto in questo risultato fin dalla batteria (vinta). Per me non è stato sicuramente facile raggiungere questo obiettivo perché ho iniziato a remare alla fine del 2019 e se pensiamo che la mia prima gara ufficiale è stata l’Europeo di Varese di aprile scorso, potete capire quanta poca esperienza agonistica nel canottaggio io abbia. Devo dire che mi reputo un’atleta con tanta testa e cuore e la lucidità e la freddezza in gara non mi sono mai mancate, con l’esperienza che ho acquisito nel mondo dell’ippica. Quando devo preparare una gara mi sento letteralmente investita da una gioia immensa perché adoro gareggiare. Dopo l’incidente del 2015, l’unica cosa che veramente mi mancava era gareggiare e dopo aver provato vari sport mi sono avvicinata al canottaggio che è risultato lo sport più compatibile con il mio fisico e con la mia testa. Devo dire che mi ha veramente preso il cuore perché, anche se gli allenamenti sono sicuramente duri, quando salgo in barca mi sento letteralmente al settimo cielo”.

Scontata ovviamente la soddisfazione di tutto il canottaggio veneto per questo strepitoso risultato della nostra Chiara. Veramente GRANDISSIMA!!

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *