Atleti Veneti tra i protagonisti alla Coppa del Mondo di Lucerna

Risultati sicuramente più che positivi e “motivanti” per l’intera Squadra Olimpica, nella seconda prova di Coppa del Mondo che si è appena conclusa sulle mitiche acque del Rotsee di Lucerna e, tra i protagonisti di questi risultati, ci sono sicuramente anche gli atleti Azzurri veneti Clara Guerra, Stefania Gobbi, Veronica Lisi e Simone Martini.

Da alcuni di loro siamo riusciti a raccogliere delle brevi testimonianze post-gara.

Clara Guerra (Fiamme Gialle – 5ª class. in “2xSF”): “Cambiare all’ultimo momento specialità non è stato facile, ma sia io che Stefania Buttignon abbiamo accolto la sfida e devo dire che riuscire ad entrare in finale A in una Coppa del Mondo è stata una bella soddisfazione. Purtroppo però, quando è stato il momento di giocarsi la medaglia, non ci siamo potute esprimere al meglio, dato che poco dopo metà gara il catamarano delle riprese ci si è messo davanti facendoci terminare la gara sulle sue onde. Non riuscivamo a remare e abbiamo finito la gara cercando solo di andare il più dritte possibile e di non cadere in acqua. Magari il risultato finale non sarebbe cambiato comunque, ma sicuramente saremo riuscite ad arrivare a ridosso del gruppo di testa. È sempre brutto non poter esprimere il vero potenziale. Speriamo vada meglio già a Sabaudia”.

Veronica Lisi (Canottieri Padova – 3ª class. in “4xSF”): “Sinceramente non immaginavo che un 4 senior femminile italiano non fosse mai salito sul podio in una prova di Coppa del Mondo e per me la medaglia di bronzo vale oro. La gara è stata molto bella. Ai 1000 Valentina Iseppi mi ha letteralmente urlato “credici” ed a quel punto ho praticamente fatto una chiusura di mille metri. Non ho mollato un colpo. Per la prima volta ho urlato anch’io in gara, piena di adrenalina dall’incoraggiamento di Valentina, ed ho rinforzato ogni colpo fino alla fine. Sono stra-felicissima di questo risultato”.

Ricordiamo ovviamente anche Stefania Gobbi (Carabinieri/Can. Padova), splendida capovoga del quattro di coppia che ha conquistato una “storica” medaglia di bronzo ed il nostro “gigante buono” Simone Martini (Canottieri Padova) impegnato nel singolo senior (che ha qualificato per Tokyo 2020NE) che, reduce da un lungo periodo molto travagliato, non è riuscito a superare i quarti di finale, concludendo la sua corsa in 3ª posizione in finale C, ma siamo certi che questa esperienza servirà da stimolo a Simone che saprà trovare le giuste motivazioni per tornare ai livelli che davvero merita.

L’Italia del canottaggio è davvero una GRANDE ITALIA che ci accompagna a grandi passi verso Tokyo 2020NE e ci fa sempre più sognare.

Complimenti a tutti i canottieri azzurri, e soprattutto ai nostri “alfieri veneti”, da parte dell’intero Comitato Regionale Veneto.

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *