Europei 2021 – la parola ai protagonisti veneti

  Si sono appena conclusi i Campionati Europei 2021 sul Lago di Varese che, al di là delle numerose e prestigiose medaglie conquistate dalla Squadra Azzurra, hanno rappresentato una fondamentale tappa di avvicinamento all’appuntamento, sicuramente più importante, di Tokyo2020NE o, per alcuni equipaggi, alle ultime occasioni per qualificare le imbarcazioni che non hanno ancora ottenuto il “pass olimpico”.

Tra i protagonisti di questi Campionati Europei, compaiono sicuramente anche gli atleti Azzurri veneti, dai quali abbiamo raccolto alcune testimonianze per un loro primo bilancio su questa rassegna continentale.

Alessandra Patelli (Canottieri Padova – 6ª class. in “4-SF”): “In questi Europei, tranne che per il recupero di sabato, sia in batteria che in finale non siamo riuscite ad esprimere i nostri valori. Il livello del 4 senza è altissimo, tutte le nazioni hanno portato una barca competitiva per cui sarà tosta qualificare la barca a Lucerna, ma noi abbiamo voglia di rifarci e d dimostrare ciò che veramente valiamo.

Chiara Nardo (Canottieri Padova – 5ª class. in “2xPR2Mix”): “Le mie impressioni sono sicuramente molto positive. Sia io che Gianfilippo abbiamo dei grandi margini di miglioramento dato che io vogo da appena un anno e mezzo e mi rendo conto di migliorare sempre ad ogni raduno con la Nazionale. Il nostro equipaggio poi è stato composto solamente una settimana prima dei Campionati Europei e prima ci siamo sempre allenati in singolo. Fino a prima della finalissima di domenica poi ero sempre stata io a capovoga ma dopo la “preliminary race” di venerdì, la direzione tecnica ha giustamente pensato di invertire le nostre posizioni in barca e il miglioramento è stato davvero notevole. Dal 3 al 6 giugno avremo l’opportunità per giocarci la qualificazione per le Paralimpiadi all’internazionale di Gavirate e ce la metteremo sicuramente tutta.”

Veronica Lisi (Canottieri Padova – 5ª class. in “4xSF”): “Ci siamo trovate a gareggiare contro equipaggi collaudati da tempo. Noi abbiamo avuto davvero poco tempo per formare un 4 compatto fino a limare anche i minimi difetti, quelli che fanno la differenza. Abbiamo affrontato la batteria al massimo, consapevoli di aver fatto il nostro meglio. Il recupero è stata sicuramente la nostra gara migliore, un’ottima partenza ci ha fatto entrare in un passo perfetto che Stefania ha gestito benissimo secondo le possibilità dell’equipaggio, la barca scorreva e abbiamo reagito ad ogni attacco avversario. Una gara magnifica che ci ha fatto realizzare in pieno il nostro potenziale fino a quel giorno ancora non espresso al massimo.

La finale, piena di aspettative, ci ha viste in partenza convinte di andare a prendere il podio ma forse per l’agitazione o per il poco collaudo dell’equipaggio in gara, abbiamo fatto un errore in partenza che con la bravura di Stefania ed il potenziale dell’equipaggio, nonostante non fossimo più riuscite a riprendere un buon assieme, siamo riuscite a recuperare fino ad arrivare ad un solo secondo dal podio.

Stefania Gobbi (Carabinieri/Can. Padova – 5ª class. in “4xSF”): “Siamo soddisfatte, anche se siamo un equipaggio messo insieme da poco, abbiamo fatto vedere che ci siamo. Ci avevamo creduto molto dopo le prime due gare ma in finale forse ci è mancata un po’ di esperienza, quando volendo dare ancora di più, abbiamo accusato un assieme non ancora consolidato. In ogni caso un ottimo punto di partenza credo anche per i nostri allenatori.

Clara Guerra (Fiamme Gialle – 5ª class. in “4xSF”): “Secondo me la Finale non l’abbiamo gestita al massimo delle nostre capacità, soprattutto rispetto al recupero di sabato ci mancava un po’ di assieme, però essendo una barca molto giovane dobbiamo ancora lavorare per diventare un equipaggio compatto in tutte le gare. Dispiace di aver mancato il podio di appena 1 secondo e 8 decimi però abbiamo ancora tanta strada da fare e sicuramente è un buon punto di partenza, considerato il livello molto alto delle avversarie.

Luca Chiumento (Fiamme Gialle/Can. Padova – 2° class. Finale B in “2xSM”): “Per me ed il mio compagno di barca questo Europeo è stata sicuramente una bella prova. Siamo un equipaggio giovane che voga assieme da poco ma siamo riusciti a raggiungere delle buone velocità in una specialità dal livello altissimo. La Semifinale e la Finale B sono state entrambe delle belle gare che ci hanno anche fatto capire come dobbiamo lavorare nel prossimo futuro. Siamo contenti del risultato e non vediamo l’ora di rimetterci a lavoro.

L’intero Comitato Veneto vuole fare i suoi più sinceri e sentiti complimenti ai nostri atleti Azzurri veneti e a tutta la Squadra Nazionale per gli ottimi risultati raggiunti in questo Campionato Europeo, certi che serviranno di stimolo per i prossimi importanti appuntamenti agonistici della stagione.

GRANDE VENETO, GRANDE ITALIA!!

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *