Gli atleti “veneti” ai Campionati Europei di Varese

Sono state da poco ufficializzate le convocazioni Azzurre per gli imminenti Campionati Europei che si svolgeranno sul Lago di Varese dal 9 all’11 aprile p.v. e la compagine degli atleti “veneti” non è veramente mai stata così numerosa.

Risultano infatti presenti in elenco gli atleti della Canottieri Padova Alessandra Patelli, Chiara Nardo, Veronica Lisi e Simone Martini, oltre ai padovani Stefania Gobbi (Carabinieri) e Luca Chiumento (Fiamme Gialle) ed alla veronese Clara Guerra (Fiamme Gialle).

Questi sono dunque i nostri “magnifici 7” atleti che, oltre a partecipare con grande entusiasmo all’Europeo, puntano decisamente con ancora più determinazione al mitico traguardo olimpico di Tokyo2020NE.

Abbiamo quindi voluto intervistarli tutti brevemente per raccogliere “a caldo” le loro impressioni, chiedendo loro quali sono le loro prospettive per questo Europeo e come procede la loro preparazione in vista delle Olimpiadi.

Alessandra Patelli: “In questi Europei gareggerò nel 4 senza. Siamo le stesse atlete che l’anno scorso hanno conquistato l’argento europeo, quindi spero che confermeremo il buon livello dell’equipaggio ma soprattutto di avere dei buoni riscontri nei confronti degli equipaggi non qualificati. Il 4 senza infatti dovrà passare per la qualifica olimpica di Lucerna che si svolgerà a metà maggio… Dita incrociate!”

Chiara Nardo: “È solo un anno  che sono in Nazionale e un anno e mezzo che remo alla Canottieri Padova. Proprio Il giorno di Pasqua, a Varese, mi è stata confermata la classificazione internazionale definitiva della categoria PR2 e quindi all’Europeo gareggerò nel doppio misto con Gianfilippo Mirabile. Sarà la mia prima  gara in barca, ma non la prima gara della mia vita perché prima dell’incidente avuto nel 2015, guidavo e allenavo i cavalli da corsa trottatori e ho vinto 734 corse.

Se sono qui oggi è perché mi mancavano la competizione e l’agonismo ed ho trovato nel canottaggio, dopo aver provato altri sport, motivo di grande stimolo nonché di performance fisica compatibile con la mia patologia. 

Sono felice di questo mio debutto in barca, e per altro con un guerriero come Gianfilippo col quale ho stabilito un rapporto di fiducia e stima reciproca. Se tutto procederà bene proveremo la qualificazione del nostro doppio alle Paralimpiadi di Tokyo 2020NE che sarà a giugno infatti i nostri allenamenti sono proiettati a questo evento.”

Veronica Lisi: “In questi Campionati Europei gareggerò sul 4 di coppia. Questa gara ci aiuterà a capire come e su cosa lavorare per migliorarci sempre di più. E’ un primo step. Non abbiamo avuto molto tempo per prepararla, ma da parte di tutte noi c’è sicuramente molto impegno e tantissima voglia di far bene.”

Simome Martini: “Purtroppo non prenderò parte a questi Campionati Europei, ma avrò il ruolo di riserva senior. Aver contratto il COVID a fine dicembre e le complicazioni che ne hanno conseguito non mi hanno permesso di arrivare nelle giuste condizioni per competere a livello internazionale. Sto comunque proseguendo molto bene il mio percorso di preparazione e sono certo che mi rivedrete presto gareggiare ai massimi livelli.

Per ora la prospettiva è riuscire a tornare ad essere competitivo a livello internazionale. Se voglio provare a dire la mia devo essere nuovamente al 100%. Sono sulla buona strada.

Pur non essendo così lontane in calendario prima di poterle parlare di Olimpiadi dovrò disputare le selezioni a livello Italiano. Mi dovrò confrontare con il fortissimo Gennaro Di Mauro che sono sicuro non sfigurerà a questo Europeo.”

Stefania Gobbi: “All’Europeo gareggerò in 4 di coppia. Per me sarà la prima volta come capovoga in questa specialità con un equipaggio per 3/4 veneto, un grande orgoglio.

Ci stiamo allenando al meglio perché siamo un equipaggio messo assieme da poco, le avversarie sono forti, primatiste mondiali, l’obiettivo è iniziare a capire a che punto siamo noi rispetto a loro, in vista di questa stagione importante.

Luca Chiumento: “In questi Campionati Europei gareggerò sul doppio assieme al mio nuovo compagno Nicolò Carucci. Le aspettative possono essere tante, a mio parere essendo un equipaggio nuovo e giovane abbiamo il desiderio di fare belle gare e confrontarci con gli equipaggi più titolati e soprattutto già qualificati.

La preparazione sta andando bene, abbiamo buone velocità e non vediamo l’ora di confrontarci, si vedrà con il tempo.”

Proprio per questo l’Europeo sarà una tappa del percorso di preparazione olimpica che ci sta impegnando molto sia a livello fisico che mentale, visto anche il particolare periodo, e speriamo dia i suoi frutti.”

Clara Guerra: “Al momento io sono sul 4 di coppia al numero 4, insieme a Stefania, Veronica ed Alessandra. Per l’europeo abbiamo lavorato bene e stiamo facendo progressi, sappiamo che questo è un appuntamento solo di passaggio e che la strada per Tokyo è ancora lunga e il lavoro per migliorare ancora tanto. Useremo questa gara per vedere come stiamo rispetto alle altre per cercare di migliorare ancora di più. A questo europeo avremo contro altre 4 nazioni già qualificate per Tokyo2020NE e l’obiettivo è quello di starci più vicino possibile.”

Da parte di tutto il Comitato Veneto, compresi tutti gli atleti, tecnici ed appassionati del nostro sport, è ovviamente scontato il più sincero “in bocca al lupo” a tutti i nostri “magnifici 7” atleti, per questo Campionato Europeo e soprattutto per la preparazione verso l’obiettivo più importante di Tokyo2020NE.

FORZA RAGAZZI, FORZA AZZURRI!!

Alberto Vianello

Comitato Regionale Veneto – F.I.C.

Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *