La scomparsa di Alberto da Re

Con profonda tristezza annunciamo che in data di ieri 25 marzo ci ha lasciato un grande canottiere ma soprattutto un grande uomo: Alberto Da Re, 55 anni. Imprenditore capace, padre di una splendida famiglia, uomo molto acuto, profondo, brillante e simpatico. Con una forte personalità basata su dei sani valori quali la correttezza, l’amicizia e la fedeltà
Sin da giovane si è appassionato al canottaggio primeggiando a livello nazionale. Tornato a gareggiare nel 2014 come master si era imposto vincendo diversi campionati italiani, i Mondiali a Bled e gli Euromaster a Monaco.
Si è spento dopo aver combattuto come un leone sino alla fine contro una atroce malattia.

Circolo Ospedalieri Treviso

I giovani canottieri del DLF TREVISO protagonisti assoluti al World Rowing Virtual Indoor Sprints 2020

In un periodo a dir poco difficile, causa la sospensione delle attività sportive per il virus Covid-19, e nel pieno rispetto delle norme straordinarie in vigore, gli atleti del Dopolavoro Ferroviario di Treviso riescono a essere protagonisti anche nel canottaggio indoor “virtuale”.Nella sfida a livello mondiale sulla distanza di 1.000 metri al remoergometro Concept2, il giovane atleta Giacomo Cappelletto 13 anni, categoria FIC “Cadetti”, si è prepotentemente imposto nella categoria Junior 13-14 anni su 197 atleti registrati, con l’ottimo tempo di 3.16, 9 distanziando il secondo classificato di ben 4,7 secondi. Nella stessa categoria Federico Bubacco, compagno di barca di Giacomo nel doppio e splendidi vincitori della regata nazionale di fondo di Pisa del 25 gennaio 2020, si è classificato 36° con il buon tempo di 3.37,8.Altro risultato degno di nota il 6° posto del giovanissimo Elio Colombrino, categoria FIC Allievi C, con il tempo di 4.01,3 nella categoria Junior 12 anni su 159 atleti registrati.Risultati che fanno ben sperare per una stagione remiera 2020 che si spera possa iniziare al più presto con gli atleti del DLF che, coordinati tramite strumenti telematici dal coach Sebastiano Ladillo che nell’impossibilità di continuare l’attività sportiva ha curato un programma di allenamento da seguire singolarmente a casa, stanno continuando la preparazione grazie anche alla disponibilità del Dopolavoro Ferroviario di Treviso che ha dato in uso agli atleti più meritevoli i propri remoergometri Concept2.
Sebastiano LadilloHead Coach DLF TREVISO