Asja Maregotto è Campionessa del Mondo 2016 e tanti altri buoni piazzamenti per i canottieri veneti a Rotterdam

L’atleta della Canottieri Padova Asja Maregotto, allenata da Alberto Rigato, si laurea Campionessa Mondo 2016 nella specialità del quattro di coppia femminile pesi leggeri under 23 assieme alle compagne di barca Giorgia Lo Bue, Allegra Francalacci e Paolo Piazzolla.
L’armo azzurro, dopo una partenza controllata, ha saputo produrre una progressione irrefrenabile che ha letteralmente demolito tutte le dirette avversarie conquistando una splendida medaglia d’oro.
Quarta piazza invece, per meno di 3 decimi dal bronzo, per il quattro di coppia femminile se-nior under 23 con a bordo Sefania Gobbi (assieme a Valentina Iseppi, Chiara Ondali e Kiri Edwina English-Hawke), anche lei della Canottieri Padova, che per 25 centesimi di secondo non è riuscita a salire sul podio Mondiale dopo aver disputato una finale sempre all’attacco che ha visto l’armo azzurro scavalcare la quinta e la quarta posizione, fino al traguardo.
Nelle gare riservate ai Campionati del Mondo Junior, ottima prestazione per il singolista azzurro Pietro Cangialosi del DLF Treviso ed allenato da Sebastiano Ladillo che, al primo anno nella categoria junior, dopo l’accesso ai quarti di finale, non è riuscito a raggiungere le semifinali A/B per 3” dal terzo classificato e si è poi aggiudicato la finale C concludendo la sua prima esperienza in maglia azzurra al 13° posto al Mondo in singolo junior.
Sorte ancora più “amara” per l’altro atleta veneto Antonio Gianolli, allievo di Sandro Donadello dell’Associazione Padovacanottaggio, che impegnato sul quattro di coppia junior (assieme a Sebastiano Galofaro, Federico Dini ed Elias Pescialli) ai quarti di finale non è riuscito per soli 57 centesimi di secondo a raggiungere le terza posizione utile per approdare alle semi-finali A/B. L’armo si è poi qualificato per la finale C che ha chiuso al terzo posto (15ª posizione assoluta).

Alberto Vianello
Comitato Regionale Veneto – F.I.C.
Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *